IL CONVIVIO DELL' ARPA NERA

Poeta, musicista, ricercatore, Francesco Benozzo è nato a Modena nel 1969. Considerato uno dei più accreditati interpreti contemporanei dell’arpa celtica, è stato premiato con una menzione speciale della critica al Folk Awards di Edimburgo del 2002 per il cd In’tla piöla, uno dei suoi tre album, prodotto in Galles dalla prestigiosa etichetta Sain Records.

Da anni sulle scene dei festival folk europei come arpista e cantante, ha inoltre rappresentato la poesia italiana in alcune delle più importanti rassegne di poesia internazionale (in Scozia, Inghilterra, Galles, Provenza…). Di recente, al teatro Valle di Roma, ha accompagnato con proprie musiche la lettura di poesie del premio Nobel per la letteratura Wislawa Szymborska, nella sua unica apparizione italiana.

È autore di numerosi libri in prosa e poesia. Insieme al poeta-saggista Matteo Meschiari ha creato una vera e propria “letteratura di puro paesaggio”, sviluppando una poetica radicale incentrata sulle vicende geologiche, glaciali e vegetali della terra.

Oltre ai lavori poetici e letterari, ha pubblicato, in Italia e all’estero, saggi e libri di antropologia, filologia medievale, linguistica comparata, ha curato edizioni di autori antichi e moderni e traduzioni della poesia celtica antica. Dopo una laurea e alcune borse di studio, ha ottenuto due dottorati di ricerca, in Filologia romanza (Università di Bologna) e in Filologia celtica (University of Wales).

Ha vissuto per lunghi anni a Fanano, sull’Appennino modenese, poi in Galles, per quattro anni, quindi in una casa-torre a Trignano, sempre sull’Appennino, dove ancora ritorna.

 

(da www.francescobenozzo.com)

 

Con la sua arpa, Francesco Benozzo ridarà vita all’antico forno di Pigna nel “Convivio dell’Arpa Nera”, un concerto dai rimandi arcani, immerso in quelle atmosfere crepuscolari tanto care ad Autunnonero.

 

“Il Convivio dell’Arpa Nera”, sabato 6 ottobre alle 21,30 nell’antico forno di Pigna.